Meno burocrazia e più fotovoltaico: l’Italia si prepara alla Transizione Energetica

fotovoltaico superbonus

Il Governo Italiano ha recentemente concluso la redazione del piano da presentare all’Unione Europea per l’utilizzo dei fondi del Recovery Plan, il cosiddetto PNRR – Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, in cui una larga fetta, circa 24 miliardi di Euro, sarà destinata alla cosiddetta “transizione energetica”.
A guidare il Ministero omonimo è stato chiamato Roberto Cingolani, Direttore scientifico dell’Istituto italiano di tecnologia (Iit) di Genova, ricoperto dal 2005 al 2019, che lo ha consacrato come uno dei profili più importanti del mondo della scienza e dell’innovazione internazionale.

roberto cingolani
Roberto Cingolani

In alcune recenti interviste su quotidiani nazionali, Cingolani ha indicato la “rotta de seguire” per realizzare una vera transizione energetica in Italia, che sia sostenibile e accurata, che punti, quindi, a realizzare un cambiamento epocale per la strategia energetica italiana verso l’ecosostenibilità, mantenendo un profilo di realizzazione concreto e verificabile.
Per questo uno degli ostacoli indicati dal Ministro è la burocrazia italiana, vero macigno che immobilizza le pratiche di efficientamento energetico:

“Oggi in Italia alcune autorizzazioni richiedono 1000-1200 giorni, quasi tre anni. Una durata incompatibile con il Pnrr, che sarà in vigore per cinque anni […]. “Nessuno vuole trovare scorciatoie, però i tempi devono essere certi. Ci sono altre nazioni che le cose le fanno bene e rapidamente. Si può far danno al Paese e all’erario non solo facendo male, ma anche perdendo tempo. Inoltre, se in Spagna si presentano centinaia di aziende nelle gare per le rinnovabili e da noi pochissime, scoraggiate dalla burocrazia, significa che loro possono scegliere i migliori, noi dobbiamo accontentarci di chi c’è”.

Tra i punti fermi della strategia di Cingolani ci sono sia l’energia eolica che gli impianti fotovoltaici, coadiuvati da altre forme di energia tradizionale a sostegno. Si pongono quindi le basi per un aumento della diffusione dei micro-sistemi fotovoltaici domestici anche attraverso gli incentivi attualmente in campo, Superbonus 110% e Ecobonus 50%, con la presentazione di alcune modifiche che renderanno più snelle le procedure burocratiche diminuendo sensibilmente le tempistiche per le installazioni.

Ecocirioni è da sempre in prima linea nel campo della transizione energetica, con l’installazione di sistemi fotovoltaici domestici e industriali in tutta l’area delle province di Viterbo, Roma e Rieti e in generale in tutto il Lazio, occupandoci anche delle pratiche burocratiche che, effettivamente, rallentano non poco i tempi di realizzazione, scoraggiando così cittadini ed aziende. Per questo anche noi saremo pronti alla nuova transizione energetica (e burocratica) per dare il nostro sostegno al cambiamento insieme ai nostri fornitori-partner internazionali.

Se siete interessati ad avere più informazioni sui nostri impianti fotovoltaici o sui vantaggi degli incentivi Superbonus 110% ed Ecobonus 50% potete richiedere subito una consulenza gratuita al 3488055431 – info@ecocirioni.it

Ecocirioni – Libera la tua energia!

Lascia un commento

×

Salve!

Clicca sul contatto qui sotto per chattare con noi

× Scrivici su Whatsapp